Graduatorie in pubblicazione

Graduatorie definitive

La graduatoria per l’assegnazione degli alloggi di nuova costruzione o che si rendano comunque disponibili è formata dalla Commissione per l’accertamento dei requisiti soggettivi di cui all’art. 42 della L.R. 1/2016.
Tale Commissione, presieduta da un Magistrato, costituita per legge e del tutto autonoma, decide sull’ammissione della domanda e sul punteggio da attribuire in base ai seguenti elementi: reddito, nucleo familiare, coabitazione, sovraffollamento, antigienicità dell’alloggio abitato, periodo di permanenza in graduatorie precedenti, lontananza tra residenza e posto di lavoro, periodo di residenza in Regione, onerosità canone, anziani ultrasessantacinquenni, giovani coppie, singoli con minori a carico, disabilità, sfratto, corregionali emigrati.

La Commissione per l’accertamento dei requisiti soggettivi formula la graduatoria provvisoria sulla base dell’istruttoria espletata dall’ATER.
La graduatoria provvisoria è pubblicata per trenta giorni all’albo comunale, presso l’ATER, nelle sedi di decentramento comunale e nel sito internet dell’ATER e della Regione. Fanno in ogni caso fede le date di pubblicazione sul sito dell'ATER.
Entro i dieci giorni successivi alla scadenza del termine sopra indicato gli interessati possono presentare opposizione alla stessa Commissione.

Non sono valutabili ai fini della determinazione del punteggio dell'opponente, i  documenti e certificati che lo stesso avrebbe potuto o dovuto presentare nel termine del concorso.
Entro i trenta giorni successivi alla scadenza dei termini di cui ai precedenti commi, la Commissione per l’accertamento dei requisiti soggettivi formula la graduatoria definitiva, previa effettuazione di sorteggio tra i concorrenti che abbiano conseguito lo stesso punteggio.
La graduatoria definitiva è resa pubblica con le stesse forme stabilite per la graduatoria provvisoria e costituisce provvedimento definitivo.

Scaduto il termine di pubblicazione la graduatoria definitiva è accessibile presso la sede dell'ATER.

Ai fini dell’assegnazione gli aspiranti inquilini si obbligano a comunicare all’ATER ogni eventuale variazione di indirizzo e della composizione del proprio nucleo familiare.